come fare le olive sott'olio

Conserve d’autunno: olive sott’olio e in salamoia

Oggi vogliamo condividere con voi questo bellissimo tempo di autunno, quello in cui la terra dona particolari frutti gustosi come appunto le olive e dalle quali si possono tirare fuori conserve straordinarie. Oggi parleremo di due ricette particolari, una che vede conservare le olive sott’olio, l’altra in salamoia.

Prima di ogni procedimento però, per chi fosse alle prime armi, teniamo a precisare che le olive necessitano di un trattamento particolare per far si che perdano l’amarezza che hanno appena vengono raccolte. Si, le olive appena raccolte sono amare, praticamente immangiabili perché decisamente troppo amare…ma i contadini si sono tramandati tutti i procedimenti utili affinchè possano essere invece gustate con tutta tranquillità. Quindi, se vi state chiedendo quale procedimento dovrete mettere in campo prima di iniziare la preparazione, ebbene non avvilitevi. E’ semplice. Le olive vanno tenute in abbondante acqua fresca che va cambiata tutti i giorni per 15 o 20 giorni. Poi viene tutto il resto. Capito? Quindi niente di così problematico…

 Spray Igienizzante Multiuso con Alcol per Superfici Tessuti ed Ambienti,
Spray Igienizzante Multiuso con Alcol per Superfici Tessuti ed Ambienti,

 

Ma ora passiamo alle ricette. Qui di seguito due ricette, una per le olive sott’olio, l’altra per olive in salamoia. Buona preparazione! 

carrellino portatutto
carrellino aiutante nel giardino, viaggi, gite…
come fare le olive sott'olio
Foto di jacqueline macou da Pixabay

 

Olive sott’olio

 

Dopo aver raccolto e lavato abbondantemente le olive, mettetelo in un grande recipiente  colmo d’acqua dove farete restare le olive per 15 o 20 giorni ma cambiando l’acqua 1 o 2 volte al giorno. Al termine di questo tempo, schiacciatele e togliete i noccioli, quindi lasciatele in acqua fresca altri 2 o 3 giorni. Quindi scolarle, e rimetterle nuovamente nel recipiente ma questa volta ricoprendole di aceto dove resteranno ancora un altro giorno. Il giorno dopo, si procede alla preparazione del vasetto. Si scoleranno, e si sistemeranno in vasetti sterilizzati e asciutti dove si alterneranno olive ad aglio, prezzemolo tritato e, se si preferisce, peperoncino rosso. Si copriranno a tal punto di olio e prima di chiudere il vaso, si metterà una bella manciatina di sale.

 

 

Olive in salamoia

 

Salamoia: 1oo gr di sale per ogni litro di acqua.

Preparazione della salamoia: Si aggiunge il sale all’acqua e si mette a bollire per qualche minuto, poi si lascia raffreddare.

 

Anche per le olive in salamoia, è necessario  prima di tutto tenerle in acqua per 15  o 20 giorni cambiando l’acqua 1 o 2 volte al giorno. Al termine di questo tempo, sistemarle nei vasi insieme ad erbe aromatiche come aglio e alloro, coprirle di salamoia preventivamente preparata e raffreddata.  Si può consumare dopo una settimana. In alcuni procedimenti, specie se vorrete tenere le olive più a lungo, è prevista una seconda salamoia dopo un mese preparata con 150 gr di sale per ogni lt di acqua. Ed una terza, con una salamoia preparata con 90 gr di sale per ogni lt di acqua. Ad ogni salamoia basterà buttare l’acqua precedente e sostituirla con la salamoia nuova.

Autore dell'articolo: FANTASTICA LA TUA CASA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.