cibi contro il diabete

ALIMENTI CHE ABBASSANO LA GLICEMIA: GLI ASPARAGI

 

Molti alimenti possono essere vere e poprie fonti di benessere anche se non sempre conosciamo fino in fondo le loro qualità e caratteristiche. Come l’asparago, selvatico o coltivato.

Questo ortaggio delicato che trova tra l’altro anche diversi usi in cucina, è un vero e proprio alleato contro il diabete di tipo 2 per le sue proprietà diuretiche ma sopratutto per la sua capacità di mantenere sotto controllo la glicemia.

Asparagi e diabete
asparagi e diabete

Secondo studi universitari, a beneficiare delle proprietà benefiche degli asparagi, sarebbe in particolar modo il pancreas, stimolato nella produzione di insulina in modo del tutto naturale.

La cosa interessante è che l’effetto prodotto dagli asparagi è tal quale ad un assunzione di farmaci antidiabetici, perché è ben evidente dagli studi messi in atto che la concentrazione di zuccheri nel sangue diminuisce dopo la loro assunzione.

 

ricettario diabete e ipertensione

Questo è dovuto all’effetto del “glutatione”in essi contenuto che regola gli zuccheri nel sangue. Ecco perché a chi è diabetico, può essere molto consigliabile assumere asparagi in maniera costante e regolare.

Ricchi di vitamine in particolare del gruppo B, questi ortaggi andrebbero consumati in particolar modo senza cotture elevate in cui si predilige quella a vapore per mantenere inalterato l’apporto del ferro e dei sali minerali in essi contenuti.

 

 

 

ASPARAGI: NON SOLO AIUTO CONTRO IL DIABETE

Un altro motivo che rende gli asparagi un ortaggio amico del benessere, è rappresentato dai benefici apportati a livello digestivo: la flora batterica contenuta nel nostro intestino beneficia della cosidetta “inulina”, carboidrato essenziale nei processi digestivi e contenuto appunto negli asparagi.

Ecco perché il consumo di asparagi è consigliato in maniera frequente e regolare. L’alto contenuto in fibre inoltre completa l’apporto positivo apportando un effetto depurativo e coadiuvante nei processi digestivi.

 

COLTIVARE ASPARAGI NEL NOSTRO ORTO

Il modo migliore per avere il nostro amato ortaggio sempre a disposizione, sarebbe in realtà quello di coltivarlo su terrazzi e balconi e ovviamente nel proprio orto di casa se lo possediamo. Non è proprio una coltivazione semplice nel senso che richiede spazi abbastanza ampi ma alla fine può darci davvero grandi soddisfazioni.

L’asparago può essere coltivato sia partendo da seme che impiantando un rizoma già formato. Piantare l’asparago da seme richiederà ovviamente una certa pazienza, perché dovremo aspettare che le piantine germoglino per poi trapiantarle in quello che sarà lo spazio definitivo della loro coltivazione.asparagi coltivazione a casa

Sia che si pianti da seme che da rizoma, ad ogni modo, il tutto dovrà essere messo in opera in primavera tra la fine di febbraio ed inizio marzo. Il clima ideale di questo ortaggio sarà un clima mite senza eccessi di freddo mentre il terreno ideale è rappresentato da terreni argillosi misti a sabbia.

Avere un’asparagiaia significa ad ogni modo mettere in atto una serie di operazioni colturali a seconda delle stagioni, irrigare senza eccessi ma con costanza, concimare e tenere lontane erbe infestanti.

Come già detto, anche sul nostro balcone potremo avere la nostra bella asparagiaia, avendo però cura di non raccogliere asparagi per i primi due anni. Si darà modo all’apparato radicale di ben formarsi e vegetare al meglio. Curare nel migliore dei modi la nostra asparagiaia le consentirà così di vivere anche molti anni.ricettario diabete e ipertensione

 

 

Autore dell'articolo: FANTASTICA LA TUA CASA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.