COME TOGLIERE L’UMIDITA DAI MURI

E’ un problema quello dell’umidità che affligge molte case e che non sempre ci trova pronti per farvi fronte. Evidenti macchie di umidità su un muro o una parete in linea generale, sono un sintomo che dimostra la mancata impermeabilizzazione e comunque chiara evidenza che c’è un’infiltrazione di acqua.

Ad ogni modo, se la mancata impermeabilizzazione esterna può essere la causa che porta l’umidita’ ai muri, anche determinati situazioni possono far si che col tempo una casa diventi umida. A quel punto ci chiediamo come togliere l’umidità dai muri, ma se ci mettiamo per un attimo a riflettere, quali sono le stanze che generalmente sviluppano più umidità?

UMIDITA’, CAUSE E RIMEDI

E’ vero, ci sono stanze che indubbiamente sviluppano più umidità rispetto ad altre. E per ognuna di queste, ci sono delle effettive cause scatenanti. Qui, abbiamo voluto fare un semplice riassunto delle situazioni più comuni in cui la muffa  può sorprenderci e non farci più godere la nostra casa come vorremmo. Brevemente, le stanze che più riscontrano questo problema possono essere:
  • La stanza da bagno. Con i vapori generati dalle docce calde o dalla vasca da bagno, questa stanza è uno degli ambienti dove più possiamo notare lo svilupparsi di muffe alle pareti.
  • La stanza da letto. Dite la verità, d’inverno porte e finestre ben chiuse, la vostra stanza da letto è un nido di tepore la sera quando dormite. Ma tenere sempre chiuse le finestre per timore che la casa si freddi, certo contribuisce a mantenere l’umidità.
  • La cucina. Stessa storia anche qui. Il calore generato dalla zona cottura, i vapori, i riscaldamenti, tutto messo insieme, possono rendere questa stanza altrettanto umida.

 

Quanto appena detto conferma che le nostre case non devono fare i conti quindi solo con l’umidità proveniente dall’esterno causata dalle infiltrazioni di acqua ma una buona parte di questa si genera tra le stesse pareti domestiche lasciando i muri impregnati..
Chi vive una casa umida, spesso deve fare i conti con una serie di problemi  derivanti proprio dalla presenza di muffe. lacrimazioni e congiuntivite sono alla base di occhi gonfi e arrossati mentre reumatismi e malattie respiratorie sono tra i problemi più comuni quando si vive a contatto con spore disperse nell’aria. Ecco perchè combattere e prevenire l’umidità nel più breve tempo possibile, comprendiamo quanto sia una questione importante. Bisogna in pratica combattere la muffa subito.

UMIDITA’ SUI MURI: RIMEDI PRECAUZIONALI

Quando avete ormai la certezza che la vostra casa ha problemi di umidità, la prima cosa che dovrete pensare è eliminare le cause alla radice. In pratica, se volete togliere l’umidità dai muri, cominciate a scoprirne la causa e agite su quella. Di certo non pensate a coprire l’antiestetico muro con qualcosa che lo nasconde dalla vista, tipo tinteggiature o cartongesso,
non servirebbe a nulla. Voi dovete partire dalla base per eliminare il problema sul nascere. Quindi vediamo insieme tutti i punti da considerare per eliminare la muffa sui muri:
Verificate ogni zona e la relativa impermeabilizzazione. Se c’è da fare manutenzione, cambiare guaine, fatelo, controllando anche piccolissimi punti dove l’acqua starebbe infiltrandosi. Alla fine di ogni estate infatti  è bene controllare le guaine di terrazzi e lastrici solari al fine di verificare eventuali usure dovute al sole e al tempo. Quindi asportare guaine rovinate e vecchie con nuove facendo attenzione a tutti i punti esposti.
Areare la casa d’inverno come d’estate. E’ buona norma ogni giorno aprire davanzali e finestre per far si che dai muri possa evaporare l’umidità in eccesso. Anche la condensa sviluppatasi col calore dei riscaldamenti e dalla stessa presenza di persone in casa, porta umidità nell’aria.
Attenzione alla biancheria messa ad asciugare per casa quà e là sui termosifoni. L’acqua che evapora anch’essa è causa di umidità sui muri.
Attenzione alle piante in casa! anche queste ad esempio, sono causa di umidità in quanto l’acqua evaporata dai vasi tende a salire lungo i muri infiltrandosi.
– Ambienti come le cucine dovrebbero tenere sempre uno spiraglio per permettere ai vapori di uscire. Piccole bocche ricavate nel muro sono importanti.

UTILIZZARE UN DEUMIDIFICATORE PUO’ AIUTARCI

-l‘utilizzo di un deumidificatore può ovviamente fare la differenza. In commercio oggi esistono anche piccoli elettrodomestici con la funzione deumidificatore che possono aiutare a tenere l’umidità sotto controllo, il loro prezzo non è nemmeno troppo alto.

Pro Breeze PB-03-EU, Mini Deumidificatore per ambienti, contro umidità e muffa in casa, bagno, camera da letto

Qui ad esempio, vi proponiamo Pro Breeze Deumidificatore D’Aria Mini Compatto. E’ un deumidificatore compatto Silenzioso e Portatile, con un serbatoio per raccogliere l’acqua di 500ml. Siamo andati a leggere un po’ le opinioni in giro e in molte recensioni, si è rivelato un prodotto conveniente al minor dispendio energetico che fa bene il suo lavoro (in 24 ore ha già riempito il suo serbatoio!) nelle recensioni gli utenti giudicano in modo positivo anche il vano raccogli umidita’ che si toglie facilmente e si svuota senza troppi problemi.

CLICCA SULLA FOTO PER INFO E ACQUISTO

…PER GLI AMBIENTI PIU’ GRANDI…

Per gli ambienti più grandi segnaliamo invece ad una cifra decisamente maggiore, il deumidificatore inteliggente Inventor EVA II PRO ION.

Inventor EVA II PRO ION, Deumidificatore Compatto Portatile, Ionizzatore,
Qui parliamo di un prodotto che offre una serie di vantaggi: funzione ionizzatore adatta per eliminare polveri, fumo e pollini dall’aria e renderla salubre. Con questo deumidificatore potrete anche asciugare il bucato. Attivando la funzione dryer e ponendolo in una stanza di piccole dimensioni insieme alla biancheria, l’aria riprodotta e purificata asciuga e mantiene al contempo la vostra stanza asciutta. Un ottimo prodotto per togliere l’umidità sui muri ben recensito on line.
CLICCA SULLA FOTO PER INFO E ACQUSITO

OK ALLE SOLUZIONI FAI DA TE

Per chi non intende spendere soldi per eliminare l’umidità dai muri, segnaliamo un’altra soluzione economica e pratica allo stesso tempo. Si tratta di eliminare l’umidità sui muri utilizzando il sale, in questo caso, quello grosso, meglio se rosa. Basta metterlo in un contenitore in plastica che abbia dei buchi e un recipiente raccoglitore. L’acqua catturata dal sale, scenderà nel contenitore sotto e voi avrete risolto con pochi euro il vostro problema. Se invece volete utilizzare un sistema  presente in commercio, segnaliamo Ariasana.  Per info e acquisto Clicca sulla foto!

Ariasana
In linea generale, abbiamo elencato le soluzioni che possono aiutare a combattere ed evitare le muffe sui muri. Ma è bene tenere presente che il problema umidità è qualcosa, come dicevamo all’inizio, che va combattuto trovando la causa. L’acqua, per evaporazione, tende a salire verso l’alto. Ecco perchè dal terreno risale lungo le pareti delle nostre case. Quando la casa non è ben isolata dal terreno, avrà umidità proveniente dal basso. A questo punto, si parla di umidità di risalita e in tal caso, camere d’aria e soluzioni cementizie devono essere prese in considerazione già in fase di costruzione di un immobile. E comunque su un immobile già esistente, bisogna attuare tutte quelle soluzioni che aiutino ad isolarlo dall’umidità risalente dal terreno. Perchè è da qui che dobbiamo partire per essere certi di togliere l’umidità dai muri ed eliminarla in maniera definitiva.

Autore dell'articolo: FANTASTICA LA TUA CASA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.