fare il pesto in casa

COME FARE IL PESTO IN CASA

Il pesto fatto in casa resta sempre il numero 1 per quanto possa essere facile oggi giorno reperire pesti già pronti e pure saporiti. Questo tradizionale sugo fatto con basilico fresco, pinoli, aglio, olio e formaggio nasce in Liguria e, nella tradizione regionale, si impiega il mortaio per realizzarlo unitamente ad un altro arnese, il pestello.

Quando si parla di pesto, qui si parla di un piatto tradizionale tutelato da un disciplinare: in pratica il vero pesto genovese deve avere determinati ingredienti e fatto in un certo modo.
La buona riuscita di un pesto infatti, dipende proprio dagli ingredienti impiegati: devono essere freschi e di qualità. Questo significa foglie di basilico appena raccolto, pinoli freschi e formaggi grattuggiati al momento. La ricetta originale è come dicevamo, tutelata  dal marchio D.O.P. per gli ingredienti  esclusivamente della Liguria come l’olio e il basilico.

Prima di passare alla preparazione di questa gustosa ricetta ideale per condire paste come trofie, trenette e gnocchi, sappiate che bisogna tenere alcune accortezze per la buona riuscita di un pesto fatto in casa.
A cominciare dalla lavorazione che vede il basilico protagonista: potrete aiutarvi con un frullatore ma ricordate di non frullare per troppi secondi la salsa. Il basilico teme il calore che potrebbe far risultare un pesto piuttosto scuro e dal sapore più amaro. In realtà sarebbe meglio una preparazione alla vecchia maniera, con il mortaio, meglio ancora se in marmo. E’ così che si preparava il pesto una volta!

Ma adesso passiamo alla preparazione per la quale occorreranno:

Ricetta pesto alla genovese

60 foglie di basilico;
2 spicchi di aglio;
un pizzico di sale grosso;
una manciata di pinoli( un cucchiaio)
4 cucchiai di Parmiggiano reggiano o grana padano;
4 cucchiai di fiore sardo.
olio extra vergine d’oliva

Per prima cosa mettete nel mortaio i pinoli con l’aglio e pestateli finchè non avranno formato una sorta di crema. C’è chi li toglie dal mortaio e li mette a parte per avere modo di pestare invece il basilico. Ma si può tranquillamente proseguire la lavorazione senza spostare nulla.  A  tal punto, vi serviranno le foglie lavate del basilico, asciugate e prive del gambo che schiaccerete insieme a qualche granello di sale grosso( non esagerate con il sale, perchè i formaggi contenuti nella salsa di per sè saporeranno già bene il tutto.
Quando le foglie comincieranno a lasciare il loro liquido vegetativo e saranno ridotte in poltiglia, è il momento di aggiungere i formaggi , poco a poco e continuando con il mortaio. L’olio è quello che si aggiungerà alla fine, sempre a filo e mescolando.

 

Pesto alla genovese: come conservarlo

Se vorrete conservare il vostro pesto fatto in casa per qualche giorno, converrà metterlo in un vasetto in vetro e coprirlo con un filo d’olio affinchè possa mantenersi intatto. Mettere sul bordo una pellicola trasparente e conservare in frigo.

E voi come lo fate il vostro pesto fatto in casa? scrivetecelo nei commenti!

Autore dell'articolo: FANTASTICA LA TUA CASA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.